Biscottini al burro



Ingredienti per 25 biscotti circa:

• 350 g di farina
• 230 g di burro
• 120 g di zucchero
• 1 pizzico di sale

Preriscaldate il forno a 180°.
Nella planetaria lavorate il burro freddo con lo zucchero fino a che i due ingredienti risulteranno amalgamati.

Setacciate la farina. Unitela al burro e allo zucchero, con un pizzico di sale, e impastate con il gancio a foglia fino a quando sarà stata assorbita e si sarà ottenuto un impasto non troppo sodo. Avvolgetelo in un foglio di carta da forno e fatelo riposare in frigo per 30 minuti.

Spolverizzate il piano di lavoro con un po' di farina, stendete l’impasto in uno spessore di circa mezzo centimetro e, con una rotella tagliapasta liscia, tagliate dei rettangoli di circa 3x8 centimetri.

Trasferiteli su una teglia rivestita con carta da forno tenendoli distanziati tra loro, bucherellate la superficie con i rebbi di una forchetta e cuoceteli per circa 20 minuti. Devono essere appena dorati.

Torta di verdure e mozzarella



• 2 zucchine grandi
• 1 peperone rosso
• 1 peperone giallo
• 1 cipolla rossa
• 100 g di mozzarella
• 1 uovo
• 100 g di farina
• 50 g di parmigiano
• basilico
• pepe nero
• sale
• olio extravergine d’oliva


Iniziate a preparare la torta di verdure e mozzarella, mondando le verdure. Tagliatele grossolanamente. Fatele cuocere in una padella antiaderente con 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva a fuoco alto, fino a quando saranno morbide. Aggiustate di sale e pepe. Mettetele in una ciotola e fatele raffreddare. Unite l’uovo e la farina e mescolate bene.

Foderate con della carta forno uno teglia a cerniera da 22 cm di diametro e versate il composto livellando bene.
Disponete sulla superficie la mozzarella sbriciolata, il parmigiano, il pepe nero ed un filo d’olio extravergine d’oliva. Fate cuocere in forno preriscaldato a 200° per circa 20 min.

Una volta intiepidita, togliete la torta di verdure e mozzarella dalla teglia e guarnite con del basilico fresco.

Vellutata di porri



INGREDIENTI x 4 porzioni:

2 porri grandi
300 g di patate
30 g di farina 00
50 g di burro
300 g di latte intero
2 tuorli
olio evo
sale
pepe
brodo vegetale qb
crostini di pane abbrustolito per servire

Iniziate la preparazione della vellutata di porri tagliando i porri a rondelle ed eliminando la parte verde finale. Sciacquateli sotto l'accqua corrente e fateli appassire in padella con 3 cucchiai di olio extravergine per circa 10 minuti. Nel frattempo fate bollire le patate sbucciate e tagliate a tocchetti in acqua salata. Dovranno cuocere circa 6-7 minuti, quindi unitele alla padella con i porri, mescolate fate insaporire per 5 minuti.

Preparate una salsa vellutata: portate a bollore il latte, nel frattempo fate sciogliere in un pentolino 30 g di burro, versatevi la farina e mescolate vigorosamente. Unite quindi il latte e fate cuocere per 5 minuti aggiustando di sale e pepe.

Riprendete il composto di patate e porri e frullateli con un mixer ad immersione. Aggiungete la salsa vellutata, rimettete sul fuoco e cuocete per altri 10 minuti aggiungendo del brodo vegetale caldo, fino a ottenere una consistenza morbida e cremosa. Togliete dal fuoco e unite i tuorli e il restante burro.


Mescolate e servite subito la vostra velutata di porri con crostini di pane abbrustolito.

Cotolette di finocchi



INGREDIENTI x 4/6 porzioni:

3 finocchi
3 uova
pangrattato
12 fette di provola
parmigiano reggiano grattugiato a piacere
sale

Per le vostre cotolette di finocchi, tagliate i finocchi a fette di 5-7 mm con un coltello, avendo cura di non rimuovere la parte inferiore dell'ortaggio in modo che le varie foglie restino unite in una sola fetta. Cuocetele in acqua bollente salata per 10 minuti, quindi scolatele delicatamente e tenetele da parte.

Adagiate una fetta di provola su ciascuna fetta di finocchio. Passatele nell'uovo sbattuto.

Ricopritele di pangrattato che avrete miscelato con il parmigiano reggiano grattugiato. Ripetete l'operazione una seconda volta in modo da ottenere una panatura uniforme e croccante.

Adagiate le cotolette di finocchi su una teglia rivestita di carta forno e cuocetele a 220° per 20-25 minuti girandole a metà cottura.

Quando risulteranno dorate sfornatele e servitele ben calde.

Bounty: cioccolatini al cocco



Ingredienti (per 11 bounty):
200 gr di cocco grattugiato
100 ml di panna per dolci
40 gr di burro
80 gr di zucchero (semolato)

Per la Copertura:
200 gr di cioccolato al latte

Preparazione:
Mettete in un pentolino la panna con il burro e fateli riscaldare.

Aggiungete lo zucchero ed il cocco grattugiato.Cioccolatini ripieni di cocco 3Cioccolatini ripieni di cocco 4
Mescolate bene per far assorbire i liquidi.

Prendete un po' di impasto con le mani e modellate dei cilindretti compattandoli, ne verranno circa 11.

Metteteli in un contenitore e fateli rassodare in frigorifero per un'oretta circa.

Riprendete i dolcetti e modellateli meglio se non ci siete riusciti prima.
Fate fondere il cioccolato al latte a bagnomaria e quando sarà sciolto rotolatevi i dolcetti al cocco per ricoprirli completamente.

Aiutandovi con due forchette sollevateli, fate gocciolare il cioccolato in eccesso e metteteli in un vassoio rivestito con della carta da forno.

A questo punto fate rassodare il cioccolato ripassandoli in frigorifero per un paio d'ore.

I vostri Bounty sono pronti.

Sbriciolata alla Nutella



Ingredienti (per Stampo da 24cm diam.):
400 gr di farina 00
150 gr di zucchero (semolato)
150 gr di burro (freddo)
2 uova (intere)
1 bustina di vanillina
1/2 bustina di lievito per dolci
450 gr di Nutella

Preparazione:
Riunite in un robot da cucina la farina ed il burro freddo tagliato a cubetti, per ottenere una sorta di polvere.

Aggiungete lo zucchero, le uova, la vanillina ed il lievito, quindi lavorate ancora tutto, per pochi secondi, ottenendo un impasto formato da briciole di diverse dimensioni.

Sistemate un foglio di carta da forno in una teglia di 24-25cm di diametro e distribuitevi sopra più della metà delle briciole, ricoprite poi con la Nutella, senza arrivare al bordo.

Coprite la Nutella con il resto delle briciole ed infornate la vostra torta in forno preriscaldato a 180° per 30 minuti, sfornatela e lasciatela raffreddare completamente.

La vostra sbriciolata alla Nutella è pronta.

Pancakes alla Nutella



Ingredienti (per 3 pancakes):
125 gr di farina 00
125 gr di yogurt (bianco o latte)
1 uova
50 gr di zucchero
1 cucchiaino di lievito per dolci

Per Farcie:
q.b. di Nutella

Preparazione:
Riunite in una ciotola lo zucchero e l'uovo e lavorate con una frusta.

Quindi aggiungete anche lo yogurt e lavorate ancora.

Ora unite la farina e il lievito e lavorate ancora sempre con la frusta a mano, per avere una pastella liscia e senza grumi.

Riscaldate una padella antiaderente, che andrete a "sporcare" con un po' di burro, quindi versate un mestolino di pastella al centro della padella, allargatelo leggermente con i dorso di un cucchiaio, poi aggiungete un cucchiaio abbondante di Nutella e coprite con un altro mestolino di pastella.

Fate così cuocere il pancakes sul primo lato fin quando non vedrete che si formeranno delle piccole bollicine.

A questo punto girate il pancakes e fatelo cuocere anche sull'altro lato.

I vostri pancakes alla Nutella sono pronti, serviteli ben caldi, volendo con una spolverizzata di zucchero a velo.

Crostata di semolino e cioccolato



Ingredienti (per 10 persone):

Per la Pasta Frolla:
130 gr di farina 00
80 gr di burro (freddo)
100 gr di zucchero
3 uova (i tuorli)
1 bustina di vanillina
1 pizzico di sale

Per la Crema di Semolino:
500 ml di latte
250 gr di ricotta (vaccina)
125 gr di semolino
180 gr di zucchero
1 cucchiaio di cannella (in polvere)
1/2 bicchierino di liquore Strega (o altro liquore aromatico)
1 arancia (la scorza grattugiata)

Per la Copertura al Cioccolato:
200 gr di cioccolato fondente
200 ml di panna per dolci (o panna fresca)

Preparazione:
Riunite in un mixer la farina e il burro freddo a pezzi e frullate qualche secondo per polverizzare il tutto.
Aggiungete anche lo zucchero, i tuorli d'uovo, la vanillina ed un pizzico di sale e lavorate ancora ottenendo delle grosse briciole.

Ora trasferite il composto su un piano da lavoro e lavorate ancora con le mani per compattarlo. Ottenuta una palla avvolgetela nella pellicola per alimenti e lasciate riposare in frigorifero per una mezz'oretta prima di utilizzarla.

Nel frattempo riunite la ricotta, lo zucchero, la cannella, la scorza d'arancia (biologica) grattugiata ed il liquore Strega ed amalgamate il tutto. Per questa ricetta è preferibile utilizzare una ricotta cremosa, se voi avete quella nel cestino è preferibile setacciarla prima con un colino.

In un pentolino riscaldate il latte e non appena arriva al bollore versate a pioggia tutto il semolino, mescolate con una frusta a mano e fate cuocere mescolando per qualche minuto, vi accorgerete che man mano il semolino si compatta.

Lasciate intiepidire leggermente la crema di semolino, senza farlo raffreddare del tutto, altrimenti si indurisce e poi tende a formare grumi, quindi aggiungetevi la crema di ricotta e lavorate ancora con una frusta a mano.

Riprendete la pasta frolla dal frigorifero e stendetela in una sfoglia con la quale andrete a foderare una tortiera di 25 cm di diametro imburrata e infarinata; ricordatevi di pareggiare i bordi, che dovranno essere alti circa 4 cm. Bucherellate la base di pasta frolla con i rebbi di una forchetta e versatevi sopra la crema di semolino. Quindi infornate la crostata in forno preriscaldato a 175° per 45 minuti circa. Se durante la cottura vi accorgete che la torta prende troppo colore copritela con un foglio di alluminio. Poi sfornatela e lasciatela raffreddare completamente (circa 3-4 ore).

Quando la crostata è fredda procedete alla preparazione della glassa: tritate finemente il cioccolato fondente e riscaldate la panna in un pentolino, senza farla bollire. Trasferite il cioccolato in una ciotola, quindi versatevi la panna e mescolate bene per far sciogliere il cioccolato. Continuate a mescolare un po' per abbassare la temperatura della glassa.

Infine versate la glassa al cioccolato sulla crostata e fate raffreddare completamente la torta in frigorifero per almeno 2-3 ore.

La vostra crostata di semolino e cioccolato è ora pronta per essere servita!

Rotolo di cioccolato senza cottura



Ingredienti (per 6-8 persone):

Per il Rotolo:
300 gr di biscotti secchi (tipo digestive)
30 gr di cacao (amaro)
30 gr di burro
100 ml di latte

Per la Farcitura:
200 gr di mascarpone
50 gr di zucchero a velo
50 gr di cocco (grattugiato)

Preparazione:
Mettete nel boccale di un mixer i biscotti spezzettati e frullateli fino a polverizzarli.

Mettete la polvere di biscotti in una ciotola, aggiungete il cacao e il burro fuso, poi unite il latte e mescolate bene per amalgamare il tutto. Dovrete ottenere un composto morbido che poi dovrete essere in grado di manipolare per arrotolarlo; né troppo duro, né troppo liquido: morbido e compatto. Per ottenere la giusta consistenza è preferibile aggiungere il latte poco alla volta e regolarsi in base all'assorbimento delle polveri.

Preparate anche la crema per la farcitura: mettete il mascarpone in una ciotola, aggiungete lo zucchero a velo e il cocco grattugiato ed amalgamate bene tutto.

Ora prendete un lungo foglio di pellicola e mettetevi sopra il composto di biscotti, ricoprite con la rimanente pellicola e, aiutandovi con un mattarello, stendete il composto per ottenere uno strato compatto. Formate una sfoglia rettangolare.

Liberate la parte superiore della sfoglia dalla pellicola e spalmatevi sopra la crema di mascarpone e cocco, lasciando libero 1/2 cm dal bordo. Arrotolate quindi la sfoglia su se stessa, in maniera piuttosto stretta, liberando man mano il rotolo dalla pellicola.
Poi richiudetelo nuovamente con la pellicola e lasciatelo riposare in frigorifero per almeno 6-8 ore, per fargli prendere bene la forma.

Quando sarà ben freddo riprendetelo, liberatelo dalla pellicola ed affettatelo per servirlo ai vostri ospiti.

Il vostro rotolo senza cottura è pronto per essere gustato.

Crostata pere e cioccolato



Ingredienti (per 12 persone):

Per la Pasta Frolla:
300 gr di farina 00
150 gr di burro
2 uova (1 intero + 1 tuorlo)
130 gr di zucchero
2 cucchiaini di lievito per dolci
1 limone (la scorza grattugiata)
Per la Crema Pasticcera al Cioccolato:
250 ml di latte (intero)
250 ml di panna per dolci
100 gr di zucchero
100 gr di cioccolato fondente
4 tuorli d'uovo
20 gr di cacao amaro (in polvere)
40 gr di maizena
1 bustina di vanillina

Per Ricoprire:
5 pere
100 gr di zucchero di canna
2 cucchiai di acqua

Preparazione:
Mettete nel boccale di un mixer la farina e il burro freddo a pezzi e frullate il tutto per ottenere una sabbiatura. Aggiungete lo zucchero, le uova (uno intero e un tuorlo), la scorza grattugiata di un limone biologico e il lievito. Lavorate velocemente con il mixer per compattare un po' l'impasto.

Ora trasferite l'impasto su una spianatoia infarinata e lavoratele velocemente con le mani per formare un panetto compatto, avvolgetelo nella pellicola per alimenti e lasciatelo riposare in frigorifero per almeno mezz'ora, per compattare il burro.

Nel frattempo preparate la crema pasticcera al cioccolato: riscaldate il latte e la panna. Lavorate i tuorli con lo zucchero con le fruste di uno sbattitore elettrico o di una planetaria, ottenendo un composto gonfio e spumoso. Aggiungete il latte a filo e continuate a lavorare con le fruste. Unite anche il cacao, la maizena e la vanillina e lavorate ancora.

Trasferite la crema in una pentola, aggiungete il cioccolato fondente grattugiato e mescolate bene per farlo sciogliere. Cuocete la crema mescolando con una frusta, lasciando addensare la crema. Fatela addensare bene, poi trasferitela in una terrina, copritela con la pellicola per alimenti e lasciatela raffreddare completamente.

Riprendete la pasta frolla dal frigorifero, stendetela su un piano infarinato in una sfoglia rotonda e foderatevi una stampo per crostata imburrato e infarinato, rialzando i bordi. Bucherellate il fondo con i rebbi di una forchetta, poi ricoprite la sfoglia con un foglio di carta forno e ricoprite con delle sfere di ceramica o dei legumi secchi, per la cottura alla cieca. Infornate la base della crostata in forno statico preriscaldato a 180° per 30 minuti circa.

Mentre cuoce la pasta frolla pelate le pere e tagliate e fettine non troppo sottili. Mettete lo zucchero di canna in una pentola dal fondo spesso, aggiungete l'acqua, fate sciogliere lo zucchero e portatelo ad ebollizione.

Aggiungete le pere e fatele cuocere qualche minuto per caramellarle.Crostata pere e cioccolato 6
Sfornate la pasta frolla e scopritela dal peso e dalla carta forno. Riempite con la crema al cioccolato ed in superficie disponete le fettine di pera. Infornate nuovamente la crostata per 10-15 minuti. Sfornatela e lasciatela raffreddare completamente prima di sformarla. Quando sarà completamente fredda potrete anche riporla per qualche ora in frigorifero prima di servirla.

La vostra crostata pere e cioccolato è pronta per essere servita!

Torta Bacio Perugina



Ingredienti (per 8-10 persone):

Per la Torta al Cioccolato:
140 gr di farina 00
90 gr di zucchero
3 uova
70 gr di cioccolato fondente
70 ml di latte
70 ml di olio di semi
10 gr di lievito per dolci

Per la Crema al Cioccolato:
200 gr di Nutella
150 ml di panna per dolci
100 gr di nocciole (la granella)
Per la Copertura:
200 gr di cioccolato fondente
50 ml di panna per dolci

Preparazione:
Iniziate a preparare la torta al cioccolato di base. Riunite in una ciotola lo zucchero e le uova e lavorate con le fruste di uno sbattitore elettrico o di una planetaria, fino ad ottenere un composto gonfio e spumoso. Unite anche il latte e l'olio e lavorate ancora.

A questo punto unite il cioccolato fondente fuso e lavorate ancora l'impasto, quindi unite la farina e il lievito setacciati. Lavorate ancora con le fruste per amalgamare bene gli ingredienti ed ottenere un composto liscio e senza grumi.

Ora versate l'impasto ottenuto in uno stampo da 18cm di diametro e mettete un po' in uno stampo di alluminio per muffin. Infornate i dolci in forno statico preriscaldato a 170° per 50 minuti circa; dopo 30 minuti potrete estrarre il muffin e proseguire così la cottura della sola torta per il tempo rimanente. Verificate sempre che la torta sia cotta facendo la prova stecchino. Quando la torta è pronta sfornatela e lasciatela raffreddare.

Nel frattempo preparate la crema: montate la panna con le fruste, poi aggiungete la Nutella ed incorporatela delicatamente, unite anche la granella di nocciole ed amalgamate ancora.

Quando è fredda sformate le torte e tagliate quella grande in tre strati e quella piccola in due. Della torta piccola pareggiate un po' la calotta per ottenere un effetto a semisfera.

Ora iniziate a farcire la torta, partendo dalla base e procedendo verso gli strati superiori, con la crema preparata.

Farcite anche la torta piccola e sistematela sulla torta grande, fissandola alla base con un po' di crema.

Dopo aver farcito la torta tritate finemente il cioccolato fondente, mettetelo in una ciotola ed aggiungete la panna che avrete riscaldato fino a sfiorare il bollore. Mescolate bene per far sciogliere il cioccolato ed ottenere una ganache. Rivestite la torta con la ganache, spatolandola tutt'intorno. Fate raffreddare la torta in frigorifero per almeno un'oretta prima di servirla, così che si crea l'effetto "guscio croccante" all'esterno.

La vostra torta Bacio Perugina è pronta per essere servita e gustata!

Mousse cioccolato e peperoncino


Ingredienti (per 2 persone):

100 gr di cioccolato fondente
1 uova (il tuorlo)
20 gr di zucchero
50 ml di panna per dolci
1 cucchiaino di peperoncino (in polvere)

Preparazione:
Iniziate a tritare grossolanamente il cioccolato fondente e mettetelo in un pentolino per farlo fondere a bagnomaria, mescolando pian piano.

Aggiungete il tuorlo d’uovo e il latte e mescolate dopo ogni aggiunta.

Da parte lavorate con la frusta l’albume, per montarlo insieme allo zucchero, ottenendo una morbida neve.

Unite l’albume montato al cioccolato ed incorporatelo bene, poi aggiungete il peperoncino in polvere, nella quantità che preferite. Il consiglio è quello di non aggiungerne in quantità eccessiva, per evitare effetti “collaterali”.

Ora mettete la crema della mousse in due coppette monoporzione, poi mettetele in frigorifero per un’oretta per farla rassodare.

La vostra mousse cioccolato e peperoncino è pronta, a piacere potrete servirla con qualche ciuffetto di panna montata

Panini alla Nutella


Ingredienti (per 16 panini)

Per l'Impasto:
500 gr di farina manitoba
50 gr di farina 00
60 gr di zucchero
260 ml di latte
50 gr di burro (ammorbidito)
1 uova
12 gr di lievito di birra (fresco)
1 cucchiaino di sale

Per Farcire:
q.b. di Nutella
Per Spennellare:
1 uova (il tuorlo)
1 cucchiaio di latte
Per Cospargere:
q.b. di granella di zucchero

Preparazione:
Iniziate a sciogliere il lievito di birra sbriciolato in un po’ di latte.

Riunite in una ciotola le due farine, lo zucchero e il sale.

Date una mescolata agli ingredienti secchi, poi aggiungete il restante latte e quello in cui avete sciolto il lievito, unite anche l’uovo leggermente sbattuto ed iniziate a lavorare l’impasto.

Procedete energicamente a mano, o meglio ancora lavorate con una impastatrice planetaria, utilizzando il gancio.

Non appena l’impasto inizia a compattarsi unite anche il burro ammorbidito a pezzi, poco alla volta, e proseguite la lavorazione fino al completo assorbimento.

Quando l’impasto si sarà compattato trasferitelo su una spianatoia e lavoratelo velocemente a mano, per dargli una forma sferica.

Sistematelo in una ciotola capiente, coprite con la pellicola e lasciatelo lievitare in un luogo riparato dalle correnti d’aria (in forno spento con la luce accesa è l’ideale) fino al raddoppio del volume; ci vorranno almeno 3-4 ore.

Una volta lievitato riprendete l’impasto, sgonfiatelo e staccatene dei pezzi di circa 60gr di peso. Schiacciate ogni pallina formando un disco, mettete un cucchiaio pieno di Nutella in ognuno e richiudete il disco pizzicando la parte che deve chiudersi; dovrete formare delle palline chiuse.


Sistemate man mano i panini con la chiusura verso il basso su una teglia rivestita con della carta forno e lasciateli lievitare ancora almeno una mezz’oretta.

Quando saranno lievitati spennellateli con il tuorlo d’uovo sbattuto con un po’ di latte e cospargeteli con un po’ di granella di zucchero.

Infornateli in forno statico preriscaldato a 180° per 15-20 minuti circa.
Verificate che siano ben dorati in superficie, sfornateli e lasciateli raffreddare.
I vostri panini alla Nutella sono pronti per essere gustati.

Mamma da record: incinta per 14 anni...

Mamma da record: incinta per 14 anni della sua vita, ora aspetta il 20esimo figlio
Dopo ben 19 figli (10 maschi e 9 femmine) la 41enne inglese Suzanne Radford ha annunciato su Facebook l'attesa di un altro bimbo dal marito Robert. Nonostante i grandi sacrifici, la donna non sembra intenzionata a smettere di allargare la famiglia
Suzanne Radford, di Morecambe, nel Regno Unito ha superato se stessa con la dolce attesa del suo 20esimo filgio.

"È stato bello vedere il nostro bellissimo bambino oggi" ha annunciato su Facebook postando l'ecografia del bimbo che si aggiunge ai 19 (10 maschi e 9 femmine) avuti dal marito Robert nel corso del loro matrimonio.

Suzanne, che ora ha 41 anni, è stata incinta per un totale di 14 anni della sua vita e la sua famiglia ha superato ogni record. La prima gravidanza risale a quando aveva soltanto 13 anni e da allora, in pratica, non ha mai smesso.
A completare lo straordinario quadretto familiare, anche il primo nipotino della coppia figlio della 23enne Sophie.

Come riporta il Daily Mail, la famiglia Radford vive in una casa con dieci camere da letto e sono circa 30mila le sterline spese ogni anno per i loro figli, 300 quelle a settimana per i generi alimentari. Nonostante i grandi sacrifici, la donna non sembra intenzionata a smettere di allargare la famiglia.

Suzanne e Robert si dicono orgogliosi del fatto che non pretendono sussidi statali che, per quanto erogati, non coprono l'intero fabbisogno, riuscendo a vivere con l'attività di panificazione gestita dal padre.



Gli uomini hanno il ciclo? In parte sì: ecco perché...

Anche gli uomini hanno il ciclo? Secondo alcuni esperti sì. Anche con differenze non proprio insignificanti come l’assenza di sangue e la mancanza di una precisa cadenza mensile, anche gli uomini sperimentano degli alti e bassi dal punto di vista ormonale. E’ il livello del testosterone a cambiare durante le ore diurne, il principale ormone maschile in grado di influenzare non poco il desiderio sessuale ed in generale il comportamento degli uomini.

Nelle prime ore del mattino, ad esempio, il livello di testosterone maschile è ai livelli massimi, tant’è che si registrano spesso delle vere e proprie erezioni; il tutto è accompagnato da una maggiore energia. Il calo, nelle ore successive, è continuo con il limite minimo registrato nel periodo serale. Ma altri elementi possono portare ad importanti diminuzioni, anche durante le prime ore del giorno. Si tratta dello sport o della presenza di un cancro, fattori che abbassano l’energia dell’organismo da dedicare al sesso. Anche un sonno insufficiente, l’irregolarità nei pasti e l’età possono incidere non poco sul ciclo ormonale degli uomini diminuendone il desiderio.


Marito,in lacrime,chiama i carabinieri convinto di aver perso la moglie...

"Mia moglie è caduta dalla moto" ma l'aveva solo dimenticata durante l'ultima sosta
„Ha chiamato in lacrime i carabinieri convinto di aver perso durante il tragitto la moglie che viaggiava con lui sul sedile posteriore della moto. In realtà la donna si trovava nell'ultima area di sosta, da dove il marito distratto era ripartito da solo“

CHIERI (Torino) - Tanto, tantissimo spavento per un motociclista distratto che dopo aver percorso 40 km si è accorto di non avere la moglie al seguito. L’aveva dimenticata a Moncalvo d’Asti, domenica 18 giugno, ed era ripartito alla volta di Chieri dove, quando è arrivato, si è accorto dell’assenza della consorte.

Preso dal panico ha chiamato i carabinieri: “Ho perso lungo il tragitto mia moglie e non posso chiamarla perché il suo cellulare è rimasto nel bauletto della moto”. I militari hanno raggiunto l’uomo in piazza Europa e hanno tentato di calmarlo cercando di ricostruire quanto accaduto.

Mentre il 59enne spiegava la situazione ai militari della Aliquota Radiomobile della Compagnia di Chieri l’uomo ha ricevuto una chiamata da parte di un numero sconosciuto: dall’altra parte del telefono era la moglie.

La donna, 58 anni, dopo essersi fatta prestare un cellulare da un passante ha informato il marito che era ripartito in moto da solo dimenticandosi di lei nell’ultima sosta effettuata a Moncalvo d’Asti. Il marito distratto è poi tornato indietro a recuperare la moglie.

font:http://www.today.it/cronaca/motociclista-dimentica-moglie-chieri.html


Torta sbriciolata con crema e pinoli



Ingredienti
per 8 persone

500 millilitri di Latte
300 grammi di Farina 00
200 grammi di Zucchero semolato
100 grammi di Burro
70 grammi di Pinoli
40 grammi di Amido di mais
3 Tuorli d'uovo
1 Uovo
quanto basta di Scorza di limone


La crostata sbriciolata con crema pasticcera e pinoli è una torta davvero super. Un fondo friabile di pasta frolla, ricoperto da uno spesso strato di crema pasticcera arricchita dai pinoli e,  per concludere ancora pasta frolla sbriciolata e croccante in superficie! Un dolce gustoso e raffinato ideale per qualsiasi occasione di festa, come dessert finale di una buona cena, oppure anche come delizioso capriccio accompagnato dal the delle cinque. Con una torta così l’occasione per gustarla la creerete voi! La preparazione è piuttosto semplice, vi servirà solo un buon frullatore ed il gioco è fatto!

Procedimento:

1. Per preparare la crostata sbriciolata con crema pasticcera e pinoli, per prima cosa dovete fare la crema. Mettete i tuorli d’uovo in un pentolino, aggiungete 100 grammi di zucchero e l’amido di mais, poi con una frusta amalgamate bene tutti gli ingredienti senza lasciare grumi.


2. Versate il latte gradatamente e fate cuocere per qualche minuto, fino a che il composto non si sarà raddensato. Poi aggiungete la scorza di limone ed i pinoli e lasciate raffreddare.



3. In un frullatore mettete la farina ed il burro freddo di frigorifero, tritate qualche istante poi aggiungete 100 grammi di zucchero e l’uovo. Tritate ancora ottenendo un impasto molto granuloso.


4. Mettetene 3/4 in una tortiera con l’anello estraibile, schiacciando bene per formare il fondo della torta, fate anche un bordo laterale per contenere la crema. Versate poi la crema pasticcera e ricoprite con l’altro impasto spargendolo su tutta la superficie.

5. Dopo circa 25 minuti di cottura in forno statico a 180 gradi, ecco pronta la crostata sbriciolata con crema pasticcera e pinoli.



Trucchi e consigli
– Per preparare la pasta frolla utilizzate un frullatore e non le mani, altrimenti scalderete l’impasto e non otterrete un risultato finale friabile al punto giusto.

– Essendoci la crema, conservate la torta in frigorifero e per non più di 3 giorni.

Crostata di more



Ingredienti per la frolla:

250 gr. farina 00
40 gr. tuorlo
150 gr. burro
100 gr. zucchero a velo
1 pizzico di sale

Ingredienti Crema:

500 lt. latte fresco
125 gr. tuorlo
125 gr. zucchero semolato
25 gr. amido di riso
25 gr. amido di mais
1 bacca di vaniglia e scorza di limone

More (q.b.)
zucchero a velo (q.b.)
2 foglie di menta



Preparazione frolla

Mettiamo nella ciotola del mixer la farina con il burro (freddo) e facciamo sabbiare.
Quindi poggiamo su piano di lavoro l’impasto sabbiato e aggiungiamo lo zucchero a velo e poi il tuorlo.
Impastiamo il tempo necessario per legare gli ingredienti.
Non appena formiamo una palla, conserviamo la frolla avvolta da pellicola in frigo.
(P.S E’ preferibile utilizzare la pasta frolla dopo qualche ora o ancora meglio, il giorno dopo.)

Preparazione crema pasticcera:

Misceliamo insieme lo zucchero e gli amidi, aggiungiamo  i tuorli e mescoliamo,  in un pentolino versiamo il latte e lo portiamo ad ebollizione con la bacca di vaniglia .  Aggiungiamo il composto di uova , e mescoliamo fino a quando non diventerà un corpo unico (provando peraltro, a mantenere la temperatura costante di 85°)
Non appena pronta versiamo la crema in un contenitore e copriamo con pellicola per evitare la formazione dello strato “solido”.
(p.s. La crema possiamo conservarla in frigo ad una temperatura da 2°C a 4°C e potrà essere consumata entro 36 ore)

Preparazione crostata:

Stendiamo la frolla in una tortiera per crostate da 28 cm, buchiamo la base con una forchetta e copriamo con legumi quindi inforniamo in forno già caldo a 180 gradi per circa 30/40 minuti. Non appena fredda, molto delicatamente eliminiamo i legumi e la sformiamo, quindi la farciamo con la crema pasticcera e decoriamo con le more, zucchero a velo e foglie di menta

Torta al Mango



Ingredienti per 1 torta da 8 / 10 fette circa:

2 mango maturi
100 g di farina bianca
30 g di farina di farro
30 g di fecola di patate
190 g di zucchero di canna
7 g di lievito per dolci (1/2 bustina circa)
1 cucchiaino di bicarbonato (5 g circa)
75 g di cocco grattugiato disidratato (farina di cocco)
130 ml di latte di riso
90 ml di olio di semi (girasole, ad esempio)

1 cucchiaio di zucchero a velo (per servire)

Procedimento:

Prepara uno stampo a cassetta rivestendolo con un foglio di carta forno leggermente unto con olio di semi. La quantità di impasto è sufficiente per uno stampo rettangolare lungo 28-30 cm.

Accendi il forno e portalo a 180°C.
Pela i due manghi e taglia la polpa a cubetti di circa 1,5 cm di lato. Mettili in un piatto.

Versa in una ciotola tutti gli altri ingredienti secchi: la farina bianca e quella di farro, la fecola, lo zucchero, il lievito e il bicarbonato, il cocco disidratato. Mescola con un cucchiaio di legno.

A parte, mescola in una brocca il latte di riso e l’olio, poi versa tutto nella ciotola con gli ingredienti secchi, mescolando con il cucchiaio. Otterrai un impasto leggermente colloso. Aggiungi il mango a cubetti, mescola ancora e versa nello stampo.

Inforna e cuoci per 1 ora, senza mai aprire il forno. Vedrai la superficie scurirsi, è normale. Spegni il forno e lascia riposare all’interno per 5 – 10 minuti (fai la prova inserendo uno spiedino di legno: deve uscire umido, ma non con tanto impasto attaccato.

Togli lo stampo dal forno e lascia raffreddare 30 minuti su una griglia prima di estrarre la torta. Mettila su un vassoio e cospargila con lo zucchero a velo.

Torta di mele con uvetta



Ingredienti per 1 torta da 6 persone:

125 g di burro + 1 pezzo per lo stampo
100 g di zucchero di canna + 3 cucchiai
125 g di farina bianca
7 g di lievito per dolci
1 uovo
200 g di spicchi di mela renetta (pesati già sbucciati)
1 manciata di uvetta
1 limone
½ cucchiaino di cannella
½ cucchiaino di noce moscata
1 manciata di mandorle, senza pelle, tagliate al coltello
zucchero a velo, per finire

Procedimento:

Incomincia imburrando uno stampo rotondo da circa 18 – 20 cm. Questa è una torta piccola! Dopo aver imburrato la base e i bordi, fodera il fondo con un cerchio di carta forno e imburra anche questo. Tieni da parte.

Accendi il forno e portalo a 180°C. Mentre raggiunge la temperatura puoi preparare la torta, è davvero facile e veloce.
Prepara la farina mescolata con il lievito e tienila a portata di mano.

Sbuccia le mele renette (io ne ho usate 2 piccole, ok un quarto di mela l’ho mangiata perché avanzava…). Tagliale a spicchi e mettile in una ciotola. Spremici sopra il succo del limone, ma prima grattugia la scorza (dopo sarebbe impossibile farlo!). Aggiungi anche l’uvetta e le spezie, poi la scorza. Mescola con le mani.

Ora metti in una pentola del diametro più o meno di 20 cm il burro e i 100 g di zucchero di canna. Fai sciogliere lentamente sul fuoco basso, mescolando. Lo zucchero si assorbirà ma se è integrale non scomparirà del tutto. Va bene così.

Spegni la fiamma e versa tutta la farina nel burro, mescolando. Prenderà un aspetto un po’ grumoso, ma non spaventarti, va bene così. Trasferisci questo impasto decisamente colloso in una ciotola e aggiungi l’uovo. Mescola bene, sino a che sarà amalgamato. Tutto qui.

Spalma poco meno della metà di questo impasto sul fondo dello stampo, livellandolo un po’ con il cucchiaio. Non ci si riesce proprio bene ma… non importa. Ora metti sopra le fettine di mela e l’uvetta. Copri tutto con l’impasto rimanente e spargi sulla superficie le mandorle tagliate al coltello.

Inforna e cuoci per 35 minuti, coprendo con un pezzo di stagnola negli ultimi 10 minuti, se noti che la superficie è troppo scura. Togli la torta dal forno e lasciala raffreddare completamente. Cospargi con un po’ di zucchero a velo.

Servila con una pallina di gelato alla vaniglia o alla crema, e altra cannella. Non c’è bisogno che io ti dica come conservarla… finirà subito. Nel caso servisse, tienila in frigorifero coperta con della pellicola

Torta tiramisù



Ingredienti per 1 torta da 8 fette:

3 uova
80 g di zucchero
80 g di farina
50 ml di marsala
2 tazzine di caffè espresso

3 tuorli
1 albume
6 cucchiai di zucchero
250 g di mascarpone
1 manciata di gherigli di noce

Procedimento:

Accendi il forno a 180°C. Imburra uno stampo da plum cake, infarinalo e scuoti via l’eccesso.

Monta le uova e lo zucchero sino a che saranno gonfi e spumosi, usando un frullino elettrico. Setaccia la farina sopra la ciotola e amalgamala delicatamente al composto, poi trasferiscilo nello stampo, inforna e cuoci per 25 minuti circa (deve colorirsi appena sulla superficie e staccarsi dai bordi).

Togli la torta dal forno, rovesciala su una griglia e lasciala raffreddare 10 minuti.
Nel frattempo prepara il caffè e versalo in una ciotola insieme al marsala.

Prepara la crema al mascarpone. Monta l’albume a neve ferma. A parte, monta con un frullino elettrico i tuorli e lo zucchero, poi aggiungi il mascarpone e amalgama bene. Per ultimo aggiungi l’albume montato a neve, incorporandolo con una spatola. Metti la crema in frigorifero.

Taglia la torta in due punti, in modo da ottenere 3 strati. Sistema la base su un vassoio e bagnala con il caffè e il marsala. Spalmala con un quarto della crema al mascarpone. Sistema sopra un altro strato di torta e bagnala, poi aggiungi un altro quarto di crema. Chiudi la torta con l’ultimo strato, bagna ancora con il caffè e il marsala e poi usa la crema rimasta per rivestire l’esterno della torta. Completa con i gherigli di noce spezzettati. Tieni in frigorifero almeno 4 ore prima di servirla (meglio prepararla il giorno prima).

Risotto con salmone affumicato



INGREDIENTI:
• 320 g di riso (meglio se carnaroli)
• 200 g di salmone affumicato
• 1 porro
• olio extravergine di oliva
• 40 g di burro
• prezzemolo
• grappa qb
• brodo vegetale
• sale
• pepe

Procedimento:

Mondate il porro e affettatelo finemente.

Fate appassire dolcemente il porro in una casseruola insieme all'olio di oliva.

Quando sarà diventato trasparente unite il riso e fatelo tostare per un paio di minuti.

Sfumate con la grappa e fate evaporare a fuoco vivace.

Unite un paio di mestoli di brodo caldo e portate a cottura abbassando la fiamma e unendo altro brodo poco alla volta.
Mescolate di tanto in tanto.

Quando il risotto sarà cotto, fuori dal fuoco aggiungete
il burro e il salmone tritato, lasciandone da parte un terzo che ridurrete a listarelle che userete per decorazione.

Mescolate, aggiustate di sale e pepe e trasferite nei piatti da portata completando con il salmone restante e prezzemolo fresco tritato. Servite subito.


Fregola con arselle

Ingredienti:

Fregola 250 g
Vongole 1 kg
Pomodori pelati pelati 200 g
Aglio 2 spicchi
Sale fino q.b.
Pepe nero q.b.
Prezzemolo tritato 2 cucchiai
Vino bianco 100 g
Olio extravergine d'oliva 100 g
Pane carasau 100 g

Preparazione:

La prima cosa da fare per preparare la fregola con le arselle è quella di occuparsi proprio delle vongole, che devono essere freschissime e controllate una per una scartando quelle rotte e successivamente lasciate in ammollo per qualche ora a spurgare.
In una padella versate dell’olio e gli spicchi d’aglio,
aspettate qualche istante che si insaporiscano e poi toglieteli
prima di versare le vongole che avrete scolato.

Alzate la fiamma e versate il vino
coprite con il coperchio e lasciate cuocere qualche minuto agitando la padella,
continuate fin quando tutte le arselle non saranno aperte.

In un altro tegame più grande, lasciate dorare uno spicchio d’aglio insieme all’olio,
aggiungete il prezzemolo dopo aver tolto l’aglio e lasciate insaporire giusto qualche istante prima di versare il pomodoro e di aggiustare di sale e di pepe.

Scolate le vongole tenendo da parte il liquido di cottura e sgusciatele  avendo cura di conservarne qualcuna per la decorazione finale.

Stendete un canovaccio pulito, o della garza sterile, in un colino e filtrate il liquido di cottura delle vongole, se fosse necessario ripetete l’operazione  per assicurarvi un sugo senza sabbia ed eventuali residui di gusci.
Nel tegame con il sugo ed il prezzemolo versate la fregola e poi, mano a mano, versate il sugo delle vongole come fosse un brodo, aggiustate di sale e di pepe e continuate la cottura mescolando di tanto in tanto.
Verso la fine della cottura aggiungete le vongole sgusciate in precedenza e ancora un po’ di prezzemolo.

Sistemate il pane carasau sul fondo di un piatto, versate la fregola con le arselle in superficie e infine guarnite con le vongole messe da parte e del prezzemolo e servite subito!


COSA FARE SE NOTATE UN CANE IN UN'AUTO CHIUSA AL SOLE E NON VOLETE AVERE GUAI CON LA GIUSTIZIA.

I consigli legali per salvare la bestiola.

Con l'arrivo dell'estate è facile imbattersi in macchine parcheggiate con un cane all'interno che potrebbe soffrire un colpo di calore o addirittura morire per l'alta temperatura. Che fare? La risposta più istintiva, se notiamo che la bestiola si trova in difficoltà e il padrone è latitante, è quella di rompere il finestrino. Ma non tutti se la sentono e soprattutto rompere il vetro di una vettura è reato. Dunque è meglio chiamare la polizia?

Per rispondere a tutte queste domande interviene il post di un avvocato molto sensibile ai diritti degli animali, che nel proprio blog spiega passo per passo come dovremmo comportarci per salvare eventualmente il cane intrappolato in macchina e non incorrere in guai giudiziari.

L'autore del post è Aldo Benato, che consiglia prima di tutto di non spaccare il finestrino senza prima aver controllato bene il contesto:
Uno dei dubbi più frequenti tra gli amanti degli animali è se e come intervenire in caso di noti un cane chiuso in un'auto al sole.

Tanti invitano con leggerezza a rompere senza indugio il vetro dell'auto.

Il suggerimento, tuttavia, è sbagliato per diversi motivi:
1. spesso non si sa da quanto il cane sia chiuso in auto ed entro quanto tempo il propietario torni;
2. rompere il finestrino di un'auto è un reato;
3. il cane potrebbe spaventarsi per la rottura del finestrino e scappare, lasciando perdere le proprie tracce o addirittura causando incidenti stradali
4. se l'animalista decidesse anche di portare via con sè l'animale, commetterebbe furto aggravato.

Teniamo presente che, a differenza di quanto si legge in diversi siti internet, in caso di cane chiuso in auto sotto il sole non esiste un obbligo di intervento per salvarlo.

Cosa fare, allora, in questi casi?

1. Anzitutto FERMARSI ad ANALIZZARE la situazione: controllare se i finestrini sono almeno un po' abbassati e se c'è una ciotola d'acqua; verificare se l'animale sia sofferente; in caso di situazione "tranquilla", attendere comunque qualche minuto, per verificare se il proprietario arrivi o se la permanenza del cane sia destinata a protrarsi.
2. Nel caso in cui l'animale dia segni di sofferenza ma NON sia in PERICOLO DI VITA, anzitutto cercate il proprietario nei paraggi. Se non lo trovate, chiamate senza ritardo la Polizia Municipale o i Carabinieri. L'abbandono di un cane in auto sotto il sole è infatti un reato punibile in base all'art. 727 del Codice Penale, per cui sia la Polizia Municipale che i Carabinieri hanno un obbligo di intervento. Nel fare la segnalazione è importante evidenziare i DATI OGGETTIVI comprovanti la gravità della situazione (es: "il cane non si muove più" - "l'auto scotta e non c'è traccia del proprietario da oltre 10 minuti"). Evitate opinioni (es: secondo me sta male): spesso sono inutili o, peggio, controproducenti. Trovate qualche testimone che possa confermare la situazione e, se possibile, scattate qualche foto o fate un video, in modo che non vi contestino una segnalazione impropria.

3. Se il cane è in EVIDENTE PERICOLO DI VITA, allora:
- PRIMA di ogni cosa fotografate i luoghi ed eventualmente fate un filmato; se ci sono testimoni, annotatevi nome e cognome e un recapito telefonico; ricordatevi che, una volta rotto il finestrino, sarà probabilmente impossibile documentare la gravità della situazione precedente;
- CHIAMATE i Carabinieri o la Polizia Municipale, o chiedete che qualcuno provveda;
- SCEGLIETE velocemente cosa fare:
A) o ASPETTATE le Autorità senza intervenire: ricordo che NON C'E' un obbligo di intervento, per cui non sarete perseguibili per non essere intervenuti rompendo il vetro. Al limite potreste fare ombra all'auto, coprendola nel frattempo con giornali o bagnandola con acqua;
B) oppure INTERVENITE, a vostro rischio, ROMPENDO IL FINESTRINO e trascinando fuori il cane: rompere il finestrino di un'auto è un reato (danneggiamento), ma potrebbe/dovrebbe essere ritenuto lecito se determinato da uno stato di necessità (art. 54 c.p.). Il punto è che, in caso di denuncia, dovreste pagare un avvocato per difendervi, dovreste provare lo stato di necessità e, comunque, la decisione finale spetterebbe a un Giudice, che deciderà solo in base alle prove.
Oggi il fatto potrebbe anche essere non punibile per la nuova disciplina della "speciale tenuità del fatto"; anche in questo caso, tuttavia, spetterebbe al Giudice la decisione finale.

IN CONCLUSIONE:
Valutiamo bene la situazione; pensiamoci, prima di intervenire.
Se il cane non è in gravi condizioni, chiamiamo le Autorità competenti e teniamo sotto controllo la situazione.
Se, invece, il cane rischia la vita, documentiamo la situazione con foto/riprese/testimoni e interveniamo presto e senza paura.
Forse dovremmo difenderci in un processo penale.
Forse potremmo anche essere condannati.
Ma almeno non avremo visto morirci sotto gli occhi un nostro amico a quattro zampe.

Risotto melanzane e scamorza



Ingredienti per 4 persone:

 250 gr di riso
 1 melanzana
 300 gr di pomodori
 1/2 cipolla
 vino bianco
 150 gr di scamorza
 50 gr di parmigiano
 sale
 pepe
 basilico
 1 l di brodo

PROCEDIMENTO


Spuntate la melanzana e tagliatela a dadini,
tritate la cipolla, mettetela in una casseruola con l'olio, le melanzane ed il sale e fate cuocere per 5 minuti.

Aggiungete il riso, fatelo tostare nel condimento, poi sfumate con il vino bianco.

Aggiungete i pomodori tagliati a cubetti e mescolate.

Poi ricoprite con il brodo vegetale bollente e continuate la cottura. Aggiungete il brodo man mano che verrà assorbito durante la cottura.

Quando il riso sarà cotto, aggiustate di sale, spegnete la fiamma ed aggiungete parmigiano, i cubetti di scamorza tagliati piccolini e il basilico.

Mescolate, coprite e lasciate riposare il Risotto melanzane e scamorza prima di servirlo

Melanzane ripiene alla napoletana



Ingredienti

800 gr melanzana
200 gr pomodoro
70 gr olive nere
50 gr acciughe o alici sotto sale
30 gr cappero sotto sale
3 rametto origano
1 mazzetto prezzemolo
6 cucchiai pane mollica
1 spicchio aglio
q.b. olio di oliva extravergine
q.b. sale
q.b. pepe

Procedimento

1) Tagliate a metà 4 melanzane, nel senso della lunghezza, asportate parte della polpa interna e tagliatela a dadini. Salatele e lasciatele riposare.

2) Tuffate i pomodori in acqua bollente, sgocciolateli, spellateli e divideteli a metà. Eliminate i semi e tagliate la polpa a pezzetti.

3) Rosolate in una padella l'aglio con 3 cucchiai di olio; unite la polpa di pomodoro e di melanzane, salate, pepate e cuocete per 6-7 minuti.

4) Trasferite il composto tiepido di pomodoro e melanzana in una ciotola, unite la mollica, il prezzemolo tritato, i capperi e le acciughe dissalati, le olive snocciolate e mescolate bene.

5) Sciacquate e asciugate con carta da cucina le mezze melanzane. Farcitele con il ripieno.

6) Foderate con carta da forno 2 teglie e sistemateci le melanzane ripiene; profumate con origano e irrorate con un filo di olio.

7) Cuocete le melanzane ripiene in forno a 180° C per 35-40 minuti.

8) Servite le melanzane ripiene alla napoletana ancora calde direttamente sulla placca del forno.


NUTELLAMISU



Ingredienti:
Mascarpone  250gr
Panna fresca da montare  250gr
3 tuori
Zucchero semolato  100gr
Acqua  25ml
1 cucchiaino di essenza di vaniglia
Latte 100ml
Nutella  3/4 cucchiai
Savoiardi 200gr
Per la bagna

Latte 200ml
Nutella  1 cucchiaio



Procedimento

Per pastorizzare le uova:
in un pentolino versate l’acqua e lo zucchero semolato e ponetelo sul fuoco basso e girate di tanto in tanto. Lo sciroppo è pronto quando il liquido chiaro si riempirà di bollicine bianche e trasparenti in superficie. Questo procedimento richiede pochi minuti quindi attenzione a non caramellare lo sciroppo. Se avete il termometro la temperatura esatta è 121°.
In una ciotola aggiungete le uova e sbattetele leggermente con le fruste elettriche. Aggiungete lo sciroppo, preparato precedentemente, e montate il tutto per almeno 10 minuti. Dovete ottenere un composto freddo, ben montanto e chiaro.

Aggiungete il mascarpone freddo e incorporatelo all’impasto azionando le fruste elettriche a velocità bassa fino ad ottenere un composto cremoso.

In un’altra ciotola montate la panna ferma con 1 cucchiaio di zucchero semolato e un cucchiaino di essenza di vaniglia. Mi raccomando, la panna per essere montata deve essere fredda di frigo.
Aggiungete la panna montata alla crema di mascarpone e amalgamatela al composto con una spatola ed eseguite dei movimenti lenti dal basso verso l’alto. Dovete ottenere un composto soffice e sostenuto
La crema è pronta. Trasferitela in frigo e fatela riposare fino all’utilizzo.

Adesso preparate il cuore di nutella: riscaldate il latte (100ml), e poi aggiungete i 3/4 cucchiai di Nutella (chiaramente potete aumentare o diminuire la quantità di nutella).
Mescolate fino a quando la nutella sarà completamente sciolta.
Versate il composto in una ciotola e fatelo raffreddare in frigorifero.

Preparate la bagna: riscaldate il latte, poi aggiungete il cucchiaio di nutella e mescolate fino al suo completo scioglimento. Versate il composto in una ciotola capiente e lasciate intiepidire. In questo modo i savoiardi assorbiranno la giusta dose di liquido.

Adesso potete assemblare il Nutellamisù:
inzuppate rapidamente i savoiardi da entrambi i lati, all’interno della bagna di latte e nutella, e adagiateli all’interno della pirofila.
È importante che i savoiardi non siano troppo bagnati altrimenti non riuscirete a tagliare la fetta.Versate metà crema tiramisù e distribuitela uniformemente con l’aiuto di un cucchiaio. Versate delicatamente il cuore di nutella, ormai freddo, e distribuite anch’esso uniformemente. Aggiungete un secondo strato di savoiardi inzuppati nella bagna e, infine, aggiungete la restante crema tiramisù fino a ricoprire tutta la superficie della vostra teglia.

Il nutellamisù è pronto. Ponetelo in frigorifero e fatelo riposare per almeno 3h. Prima di servirlo spolverate la superficie con il cacao

Risotto al salmone



Ingredienti:
280 gr di riso
160 gr di salmone affumicato
1 scalogno
1 tazzina di vodka
800 ml di brodo di pesce
50 gr di burro
sale
erba cipollina

Procedimento:
Tagliate a listarelle il salmone affumicato, tritate l'erba cipollina e lo scalogno.
Far appassire lo scalogno in una casseruola con il burro.
Aggiungere quindi la metà del salmone affumicato e mescolare.
Aggiungere il riso e farlo tostare nel condimento quindi sfumare con la vodka assoluta.
Abbassate la fiamma e iniziate ad aggiungere al risotto il brodo di pesce un mestolo per volta man mano che viene assorbito.
A cottura quasi ultimata aggiungere il restante salmone affumicato, l'erba cipollina e una noce di burro.
Spegnere la fiamma, coprire con un coperchio e aspettare un paio di minuti prima di impiattare il risotto al salmone
Se volete servire il vostro risotto al salmone in maniera più raffinata, procuratevi un anello tagliapasta, posizionatelo al centro del piatto e riempitelo con un paio di mestoli di risotto,
compattate leggermente la superficie con il dorso di un cucchiaino.
Togliete l'anello e decorate il risotto con una strisciolina di salmone affumicato arrotolato a mò di rosellina e servite in tavola.

Quiche di salmone e zucchine



Ingredienti:
300 gr di zucchine
100 gr di salmone affumicato
3 uova
100 ml di panna da cucina o philadelphia se lo preferite più leggero
50 gr di parmigiano
1 confezione di pasta brisee
sale
pepe

Procedimento:
Mondate le zucchine e tagliatele alla julienne e raccoglietele in una ciotola.
Mescolate le uova con la panna, il parmigiano grattugiato, sale e pepe
Aggiungete le zucchine tagliate alla julienne e il salmone affumicato tagliato a pezzettini
Mescolare fino ad ottenere un composto omogeneo
Foderare una teglia con la pasta brisèe.
Versare il composto di zucchine e salmone e cuocere la quiche al salmone per 30 minuti circa a 180°

Lasciar intiepidire, quindi togliere dallo stampo e servite.

Lasagne ai porri con scamorza e pancetta



Ingredienti

5-6 porri

250 gr di lasagne fresche

besciamella

200 gr di scamorza

100 gr di pancetta dolce a cubetti

parmigiano q.b.

sale e pepe q.b.

burro per la pirofila

noci sbriciolate per decorare

Procedimento

Pulite bene i porri e tagliateli a rondelle sottili,
scaldate dell’olio evo in una padella in cui verserete prima i cubetti di pancetta, facendoli rosolare, poi mettete i porri tagliati e lasciate appassire (se serve, aggiungete qualche cucchiaio di acqua calda, per mantenerli morbidi ma non troppo),
preparate nel frattempo la besciamella http://stregheedintorni.blogspot.it/2013/09/besciamella.html
e la aggiungerete al composto di porri e pancetta mescolando il tutto.
Ora, imburrate una pirofila, iniziate a metterci le lasagne, poi stendete uno strato di besciamella e porri, sopra distribuite alcune fettine di scamorza ed una spolverata di parmigiano grattugiato così per ogni strato. Alla fine distribuite le noci tritate per rifinire le lasagne.
Infornate a 180° circa per circa 30 minuti,
se volete potete dare una gratinata con il grill per gli ultimi 3 minuti. Servite ben calde.

GANACHE AL CIOCCOLATO.Ricetta semplicissima.



Ingredienti:

200 gr cioccolato fondente
50 gr burro
2 dl panna fresca

 Preparazione

1) Fate sciogliere il cioccolato a bagno maria ridotto a piccoli pezzi.

2) Togliete il cioccolato dal fuoco e versatevi il burro a pezzettini e la panna fresca.

3) Con una frusta o uno sbattitore elettrico elettrico montate il composto, fino a quando diventerà cremoso,  denso e solido (ci vorranno almeno 10 minuti). Se la crema non diverrà abbastanza solida,   ponete il tegame in freezer per qualche minuto, poi riprendete la crema  con lo sbattitore; la crema ganache ha la particolarità di diventare molto dura  se posta nel frigorifero e molto morbida se lasciata a temperatura ambiente vicino a fonti di calore si scioglie liquefacendosi.

Croissant alle mele



Ingredienti:

• 1 rotolo di pasta sfoglia tonda
• 2 mele rosse
• 100 g di zucchero di canna
• confettura di albicocche
• granella di nocciole
• 1 tuorlo
• 2 cucchiai di latte


Per preparare i croassant alle mele iniziate tagliando il rotolo di sfoglia in 8 spicchi.
Cospargete di zucchero di canna le fette di sfoglia.
Adagiate uno spicchio di mela (precedentemente lavata e asciugata), un cucchiaino di confettura e la granella di nocciole. Arrotolate gli spicchi a formare dei cornetti e adagiateli su una teglia rivestita di carta forno.
Spennellate i croassant alle mele con il tuorlo e il latte. Infornate a 180° per 10 minuti poi lasciate raffreddare.

font:cucchiaio.it

Tiramisù con i pavesini



Ingredienti:

• 500 g di mascarpone
• 4 tuorli
• 3 albumi
• 80 g di zucchero semolato
• 300 g di Pavesini
• 2-3 tazzine di caffè espresso
• cacao amaro in polvere
• cioccolato fondente qb

PER DECORARE:
• riccioli di cioccolato bianco e fondente

Per preparare il tiramisù con i Pavesini per prima cosa separate i tuorli dagli albumi.
Montate i primi insieme allo zucchero semolato fino a ottenere una crema chiara e spumosa.
Unite il mascarpone e lavorate il composto, con le fruste elettriche o la planetaria.

Quando avrete ottenuto un composto liscio e privo di grumi, montate gli albumi a neve e incorporateli al composto utilizzando una spatola e compiendo movimenti delicati dal basso verso l'alto.

Bagnate leggermente i Pavesini nel caffè e utilizzateli per ricoprire il fondo di una pirofila.
Stendete uno strato di crema al mascarpone, livellatela con una spatola, e grattugiatevi sopra cioccolato fondente in quantità a piacere.

Fate un secondo strato di biscotti e crema al mascarpone. Livellate.

Cospargete con cacao amaro in polvere.
Decorate con riccioli di cioccolato e ponete in frigorifero ad assestare per almeno 3 ore prima di servire il vostro tiramisù con i Pavesini.

font:cucchiaio.it

"Nutella" fatta in casa



Ingredienti:

150 ml di panna fresca
50 g di nocciole tostate e spellate
100 g di cioccolato fondente al 70%
25 g di zucchero a velo
1/2 cucchiaino di olio di noci o nocciole o olio di girasole.

Procedimento

Frullate, con l’aiuto di un mixer, le nocciole tostate e spellate in modo da ottenere una farina finissima.
Per non scaldare troppo le nocciole, frullatele a più riprese, riponendo il mixer nel frigorifero per alcuni minuti.

In un tegame sciogliete il cioccolato assieme alla panna e allo zucchero.

Mescolate il composto all’olio di nocciole e alla farina di nocciole.

Trasferite la crema di nutella in un vasetto.
Lasciatela raffreddare.

SI CONSERVA IN FRIGO PER 15 GIORNI.


FONT:ricettedellanonna.net

Sbriciolata alla Nutella



Ingredienti:

500 gr di farina 00
150 gr di zucchero semolato
150 gr di burro
2 uova
1 bustina di vanillina
1/2 bustina di lievito per dolci
500 gr di Nutella

Procedimento

Mettete tutti gli ingredienti insieme, ad eccezione della Nutella, in un recipiente e lavorate il tutto con le mani fino ad ottenere un impasto a briciole.

Prendete 2/3 della metà dell’impasto e coprite con le briciole tutto il fondo di una tortiera a gancio da 24 formando un piccolo bordo tutto intorno. Appiattite il fondo con il dorso di un cucchiaio.

Sciogliete la Nutella a bagnomaria per qualche minuto, in modo che risulti più facilmente spalmabile, quindi versatela in maniera omogenea entro i bordi della base di pasta frolla appena formata.

A questo punto coprite il tutto con la rimanente pasta frolla, sbriciolandola uniformemente con le mani sopra lo strato di Nutella.

Cuocete la sbriciolata alla Nutella in forno statico a 180 °C per 30 minuti. Al termine della cottura sfornatela e lasciatela freddare completamente prima di toglierla dalla teglia.

Spolverizzate tutta la superficie della sbriciolata alla Nutella con lo zucchero a velo.

FONT:ricettedellanonna.net

Focaccia veloce in padella



Ingredienti:

200 gr di farina 00
100 gr di semola di grano duro molto fine (semolino)
160 ml d'acqua fredda
1 cucchiaio d'olio d'oliva più un po'mezza bustina di lievito per torte salate (8 gr)
un cucchiaino di sale
la farcitura che vi piace di più

Procedimento

Versate in una ciotola la farina 00, la semola, il sale, il lievito per torte salate, l’olio d’oliva e l’acqua. Impastate il tutto con una forchetta.

Trasferite il composto su una spianatoia e lavoratelo con le mani. Dividetelo a metà e formate due palline d’impasto. Infarinatele leggermente e stendetele con un mattarello. Formate due dischi uguali dello spessore di circa mezzo centimetro.

Farcite il primo disco con gli ingredienti che più vi piacciono (noi abbiamo stufato della cipolla assieme a salsiccia sbriciolata e funghi champignon). Se volete potete aggiungere del formaggio a dadini non troppo acquoso.

Disponete il secondo disco di pasta sulla farcitura e sigillate i bordi.

Oleate leggermente una padella antiaderente e scaldatela bene. Una volta calda, adagiate delicatamente la focaccia, coprite con un coperchio e cuocetela a fuoco medio per almeno 5 minuti. Dovrà diventare bella dorata.

Rigiratela poi come se fosse una frittata, servendovi di un coperchio o di un piatto. Oleate di nuovo la piastra e dorate la focaccia sull’altro lato per altri 5 minuti.

Una volta pronta potete servire la focaccia calda o fredda, accompagnata da un fresco contorno di verdure.

font:ricettedellenonna.it